Chiama ora! 329 0851086
Siamo qui per consigliarti, offrirti chiarimenti e supporto

Via Nomentana 643-00141-Roma

Chi siamo

1. Lo spirito e la prassi dell’Associazione si conformano ai principi della Costituzione Italiana e si fondano sul pieno rispetto della dimensione umana, spirituale e culturale della persona. L’Associazione è apartitica e si atterrà ai seguenti principi: assenza di fine di lucro, democraticità della struttura, gratuità delle prestazioni dei volontari associati, elettività e gratuità delle cariche sociali.
 
2. Per il perseguimento delle finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale l’Associazione svolge le seguenti attività di interesse generale di cui all’art. 5 comma 1 del Decreto Legislativo n. 117 del 2017 prevalentemente in favore di terzi, avvalendosi in modo prevalente delle prestazioni dei volontari associati :

• a) interventi e servizi sociali ai sensi dell'articolo 1, commi 1 e 2, della legge 8 novembre 2000, n. 328, e successive modificazioni, e interventi, servizi e prestazioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, e alla legge 22 giugno 2016, n. 112, e successive modificazioni;

• c) prestazioni socio-sanitarie di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 14 febbraio 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 129 del 6 giugno 2001, e successive modificazioni;

 • u) beneficenza, sostegno a distanza, cessione gratuita di alimenti o prodotti di cui alla legge 19 agosto 2016, n. 166, e successive modificazioni, o erogazione di denaro, beni o servizi a sostegno di persone svantaggiate o di attività di interesse generale a norma del presente articolo;
• w) promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici, nonché dei diritti dei consumatori e degli utenti delle attività di interesse generale di cui al presente articolo, promozione delle pari opportunità e delle iniziative di aiuto reciproco, incluse le banche dei tempi di cui all'articolo 27 della legge 8 marzo 2000, n. 53, e i gruppi di acquisto solidale di cui all'articolo 1, comma 266, della legge 24 dicembre 2007, n. 244;

L’Associazione in particolare persegue tali attività di interesse generale mediante:
• informare, tramite la presenza di volontari nelle corsie ospedaliere durante gli orari di ricevimento al pubblico con la consegna di materiale informativo e brevi colloqui introduttivi, l'incidentato grave ricoverato e la sua famiglia dei rischi inerenti all’attività svolta da soggetti interessati al risarcimento assicurativo per impossessarsi dei loro dati personali, violandone la privacy;
• organizzare e gestire un servizio di collaborazione e supporto agli operatori delle strutture sanitarie che offrono professionalmente un servizio di ascolto e sostegno psicologico alle vittime di gravi incidenti stradali e/o gravi infortuni ed alle loro famiglie;
• organizzare e gestire un servizio denominato "Tribunale dei Diritti dell'Incidentato" che lotta contro l'approfittamento dello stato di degenza e di salute dell'incidentato grave ricoverato in una struttura ospedaliera da parte di terzi interessati al risarcimento, che possa offrire consulenze gratuite in ambito legale e medicolegale alle vittime di gravi incidenti stradali e alle loro famiglie, anche in merito alla normativa inerente la privacy, presso i locali messi a disposizione dalla struttura ospedaliera;
• permettere gratuitamente il contatto visivo tra l'incidentato grave ricoverato presso una struttura ospedaliera e la propria famiglia tramite mezzi informatici (smartphone, tablet) messi a disposizione dall'associazione stessa e svolgere gratuitamente attività di interpretariato affinché' l'incidentato grave straniero possa essere informato in merito ai propri diritti e contattare i suoi familiari senza creare problemi al personale sanitario;
• offrire un servizio di vigilanza nelle strutture sanitarie in merito al rispetto della normativa privacy e della tutela dei dati personali dell'incidentato grave ricoverato presso una struttura ospedaliera;
• informare la Direzione Sanitaria di eventuali violazioni della privacy avvenute all’interno delle strutture sanitarie, posto l'obbligo in capo a quest’ultima di assicurare il rispetto dei diritti alla riservatezza e alla dignità dell'incidentato grave ricoverato presso una struttura ospedaliera nonché la tutela dei dati personali dello stesso.

3. L’Associazione può inoltre svolgere, a norma dell’art. 6 del Codice del terzo Settore, attività diverse da quelle di interesse generale sopra indicate purché secondarie e strumentali rispetto a queste ultime secondo criteri e limiti definiti con apposito Decreto ministeriale. Tali attività sono individuate con apposita delibera dell’Assemblea.

4. L’Associazione può esercitare anche attività di raccolta fondi - attraverso la richiesta a terzi di donazioni, lasciti e contributi di natura non corrispettiva - al fine di finanziare le proprie attività di interesse generale e nel rispetto dei principi di verità, trasparenza e correttezza nei rapporti con i sostenitori e con il pubblico.

5. L’Associazione svolge inoltre attività di sensibilizzazione ed informazione del pubblico sui temi attinenti alle proprie finalità, si avvale di ogni strumento utile al raggiungimento degli scopi sociali ed in particolare della collaborazione con gli Enti Locali, anche attraverso la stipula di apposite convenzioni, ovvero con altri enti aventi scopi analoghi o connessi con i propri.

Seguici sui Social

 


A.V.I.G. ODV
Assistenza Volontaria
Incidentati Gravi

C.F.97744740586